Il giorno 4 febbraio 1862 la famiglia Bacardí, guidata dal capofamiglia Don Facundo Bacardí Masso, acquista una distilleria a Santiago de Cuba. Decidendo di non seguire alcuna regola stabilita, creano miscele uniche grazie a un processo di lavorazione del rum innovativo che avrebbe cambiato per sempre i suoi metodi di produzione.

pipistrelloIL PIPISTRELLO

Per i cubani, i pipistrelli portano fortuna. Quando Dona Amalia Bacardí scoprì dei pipistrelli della frutta che si nascondevano nella distilleria, fece di tutto perché ce ne fosse uno anche sull’etichetta di ogni bottiglia. La nostra piccola mascotte ci ha aiutato a sopravvivere e ad avere successo contro ogni previsione? Non lo sapremo mai. Ma il pipistrello sarà sempre il nostro simbolo.

BACARDI

Nel 1919 gli Stati Uniti proibirono la produzione e la vendita di alcolici. E la festa si trasferì a Cuba, dove il nome Bacardí divenne leggendario per i party che duravano interi weekend

Il 1960 fu l’anno della rivoluzione cubana. I beni della Bacardí furono confiscati e la famiglia cercò rifugio negli Stati Uniti. Arrivarono con niente. Ma con determinazione e passione tornarono presto in affari, producendo il loro rum leggendario.

Seguici su Facebook